martedì 16 gennaio 2018

D'ombre e di Stelle

Thanks.
O'Riordan.
Dolores. 


Voce di una generazione, sì: poiché capace di struggente unicità e sbalzi vertiginosi di registro, per esprimere i soprassalti tormentosi del cuore di un insieme d'anime giovani che – mentre si lasciava alle spalle le apparenze illusorie degli anni '80 – era in mezzo al guado di un'era già global che, negli scheggiati '90, iniziava ad affilare il proprio efferato corso verso la disumanità iper-mercatista e smaterializzante di questi annosi 2000.

Testi tanto semplici, i suoi, quanto trafitti d'improvvisi ribaltamenti oscuri nel mezzo di slanci verso nostalgie di vaghe luminosità: ma per dare, così, contundente forma e timbro alla fisicità di universi spettri interiori che prima o poi, nell'intimo, fanno dire a ognuno «Does anyone love the way they are?». Qualcuno si ama per il modo in cui è? Che è la vera domanda da farsi con radicalità, mentre si guarda a come rifulgere vivi sia d'ombre che di Stelle.



Clicca sui seguenti link per:

martedì 10 gennaio 2017

…Hyp, hyp… Hystrio!!

Hey Chicos!
Fresco di stampa e di versione digitale, ciàpa il neo-numero del trimestrale di spettacolo "Hystrio", su cui ho pubblicato un paio di interventi circa italiche fortune sceniche ed editoriali del viverrimo Teatro Argentino contemporaneo.
Sicché: olé! Alé! e va' mo là!




Clicca sui seguenti link per:



mercoledì 14 dicembre 2016

I(m)prenditori per i fondelli

Dei campionissimi certi imprenditori odierni: autentiche deiezioni di quest'epoca nazi-renzista, a cui aderiscono col loro pseudo-progressismo di sinistrata tolla… Tant'è che dare a una persona del 'progressista' è, oggidì, il peggiore insulto che le si può affibbiare. 
Vero fenomeno umanoide, dunque, l'attuale capo della mia morosa: il quale si vanta dichiaratamente, in una riunione con dei suoi dipendenti, di avere risparmiato soldi perché – espressioni testuali – è riuscito a far lavorare per la sua azienda "delle professioniste laureate [genere femminile, sì, proprio così] sottopagandole".

Come non ripensare, allora, alla famosa cover del defunto settimanale "Cuore" – diretto dall'ei fu Serra Michele (non riposi affatto in pace, dopo aver scritto con speciosa malafede pure ieri…) – e giusto secondo la versione riproposta nella presente giornata da Alessandra Daniele a proposito di apparentemente altro che, invero, c'entra: eccome se c'entra.

La Nuova Lotta di Liberazione è iniziata soltanto dieci giorni fa.

Remember, remember the… 4th of December





Clicca sui seguenti link per: